News

L’app “IO” della Pubblica Amministrazione italiana può essere scaricata gratuitamente da App Store e Play Store; può contare su un numero crescente di servizi pubblici disponibili: pochi, ma alcuni molto rilevanti.

La maggior parte degli agricoltori europei sta prendendo in considerazione l’adeguamento delle proprie metodologie di acquisto, al fine di ridurre al minimo le interazioni fisiche, ed è pronto ad utilizzare i canali digitali.

Fra i tanti cambiamenti che il progredire della pandemia da COVID-19 e delle misure per limitarne la diffusione hanno portato nella nostra società, va rilevato il grande cambiamento nelle abitudini di acquisto dei consumatori: è divenuto infatti sempre più comune l’acquisto online anche dei prodotti alimentari.

Durante la pandemia, l’istruzione è stata una delle prime attività a fermarsi. Quando si è capito che questa situazione sarebbe andata per le lunghe, si è cominciato a pensare ad alcune alternative.

Un mercato giovane, ma in continua evoluzione, è quello dei droni agricoli. Questi, infatti, inizialmente necessitavano di complicati settaggi prima di prendere il volo e le immagini scattate dovevano poi essere messe insieme per assumere significato. Ciò implicava il bisogno di buone conoscenze di volo e nozioni di fotogrammetria.

Dalle startup e dalle imprese del mondo digital sta arrivando un aiuto concreto per lo sviluppo e la crescita di nuove forme di innovazione a favore della lotta allo spreco alimentare, ad oggi non più considerabile solo una questione di sensibilità e attenzione all’ambiente, ma diventata ormai una priorità e una nuova opportunità di business.

Con il Provvedimento n. 1 del 9 gennaio 2020, il Garante per la Protezione dei Dati Personali ha dichiarato illecito un invio di e-mail, effettuato dalla Provincia Autonoma di Trento, dove erano stati inseriti i destinatari “in chiaro”, ossia mettendo tutti gli indirizzi nel campo A del messaggio.

Questa nuova tecnologia di connessione mobile è già in fase di sperimentazione in alcune città, ma l’Italia è davvero pronta a quella che viene definita la “rivoluzione” del 5G? Dopotutto, stanno già circolando voci sui rischi che potrebbe comportare per la salute delle persone. Con questo articolo vi spiegheremo meglio cos’è il 5G e perché non bisogna allarmarsi.

Come visto in precedenza, le tecnologie basate su blockchain e smart contracts hanno già oltrepassato da qualche anno i limiti delle criptovalute ed hanno trovato numerose applicazioni in svariati settori produttivi.

È proprio nel settore dell’agricoltura e, più in generale, nel settore alimentare, che la blockchain, per la sua stessa natura di archivio in cui è possibile salvare transazioni in modo trasparente ed immutabile, ha avuto l’impatto maggiore.

Servizi

Azienda

Assistenza